Pensiero a pedali

Il panda deve estinguersi

sijmadicandhapajiee

Mezzucci... Mezzucci…

Premessa: il titolo è solo una provocazione per poter introdurre un argomento più complesso, buona parte di ciò che scriverò non è farina del mio sacco e si tratta di contenuti in parte nuovi anche per me. Nella mente di chi scrive, il pensiero al principio è formato di parole sconnesse, come fossero tessere di un domino appena rovesciate sul tavolo ribaltando la scatola. Affinché il ragionamento prenda forma, bisogna prima allineare tutte queste tesserine e costruire il tracciato che porterà il pensiero a correre lungo il suo percorso, buttando giù una tessera alla volta come fosse un fiume in piena.

Ho avuto la fortuna di partecipare ieri all’incontro all’Università dell’Insubria conEmanuele Biggi: naturalista, ricercatore e comunicatore scientifico noto per la trasmissione “Geo” di Rai Tre. Il tema riguardava la comunicazione scientifica e noi naturalisti eravamo una sparuta minoranza rispetto a Scenze della Comunicazione (l’errore è voluto. Polemica interfacoltà), fazione, la nostra, identificabile al primo sguardo…

View original post 1,461 more words

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on June 1, 2015 by in Storie.
%d bloggers like this: