Pensiero a pedali

La provocazione. Sani e puliti anche lavandosi un po’ meno

Pubblicato sull’inserto Tuttogreen della Stampa del 4 ottobre.

Un anno e mezzo fa James Hamblin, divulgatore scientifico e giornalista del settimanale Usa The Atlantic, lavorava a un pezzo sull’eccesso di igiene personale. Per curiosità iniziò a fare sempre meno docce, e notò un fatto interessante: se dopo alcuni giorni senza doccia il suo corpo puzzava particolarmente, pian piano poi quell’odore lentamente spariva. Hamblin ancora oggi entra nel box doccia solo di tanto in tanto, anche se sottolinea l’importanza di lavare frequentemente le mani e le parti intime. «Non profumo di acqua di rose, ma non puzzo – dice – ho l’odore di un essere umano».

Per quanto radicale o provocatoria ci possa sembrare, nella scelta di Hamblin c’è una base scientifica. Lavarsi con un prodotto detergente industriale spazza via il delicato equilibrio di batteri e oli corporei presente sulla nostra pelle. E quando la flora batterica ripopola l’epidermide, hanno inizialmente la meglio i microbi che producono un odore sgradevole. Successivamente il corpo raggiunge nuovamente un equilibrio batterico, e l’odore corporeo diventa meno intenso.

Per continuare a leggere l’articolo, clicca qui: https://www.lastampa.it/2017/10/27/scienza/la-provocazione-sani-e-puliti-anche-lavandosi-un-po-meno-8OpZHfPfoABF8jclzgj4jM/pagina.html

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on October 18, 2017 by in Idee and tagged , , , , , .
%d bloggers like this: